HPE Blog, Italy
annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 

5 donne IT leader da tenere d’occhio nel 2016

MassimilianoG

HP20140804579-2f9a6141-2937-4500-b6b9-768d9ac2f1b4-516363723_p.jpgDall’articolo 5 Women IT Leaders to Watch in 2016 di Ritika Puri, HPE Matter Contributor

 

Dire che il mondo degli sviluppatori sia pieno di menti brillanti è un eufemismo. La tecnologia è oggi uno dei motivi principali del successo di un’impresa, in grado di portare clienti da tutto il mondo e di garantire una forte posizione di leadership a livello di ingegneria. L’IT svolge un ruolo cruciale nell’innovazione; i CIO e i loro team stanno guidando molte iniziative essenziali per la crescita di un’azienda.

Purtroppo in questo settore la presenza femminile non è molto forte. Per questo è importante sottolineare alcuni grandi esempi di donne all’interno del settore IT. Ecco cinque leader da tenere d’occhio nel 2016.

 

  1. Sharon Mandell, CIO di Harmonic

Harmonic è una delle aziende leader su scala globale nella fornitura di infrastrutture per la produzione di video digitali. L’IT è una parte fondamentale della strategia aziendale di Harmonic e Sharon Mandell sta svolgendo un ruolo fondamentale come CIO, gestendo l’azienda attraverso lo sviluppo e l’implementazione dei propri sistemi di gestione dei contenuti su larga scala. Il suo lavoro ha contribuito allo sviluppo di molti “primati” industriali, tra cui la creazione di una piattaforma convergente per la trasmissione dei contenuti mediali in HD.

2. Cindy Taylor, vice-presidente di information systems presso Oxford Industries

Oxford Industries è un’azienda di abbigliamento dal fatturato miliardario che fa da ombrello a diversi marchi, tra i quali Tommy Bahama, Lilly Pulitzer, Lanier Clothes, Kenneth Cole e Dockers. Come potete immaginare, si tratta di un’azienda composta da molte parti in movimento che includono il mantenimento di clienti di qualità, sfruttando la straordinaria creatività e unificando i processi IT in termini di sicurezza e collaborazione. Per Taylor, queste sfide rappresentano obiettivi di crescita ambiziosi per la sua azienda, in grado di aumentare l’efficienza, consolidare le operazioni e servire più velocemente i clienti, da qualsiasi parte del mondo. Per conoscere meglio la sua storia e le sue esperienze cliccate qui.

3. Dawn Foster, PhD student ed ex director of community presso Puppet Labs

Dawn Foster sta svolgendo un ruolo cruciale nel mondo dell’IT focalizzandosi nella costruzione di community online, strategie open source, metriche, analisi dei dati, strategia di contenuto, corsi di formazione e altro ancora. Studentessa di dottorato, Foster ha lavorato negli ultimi 14 anni con le community di open source, è appassionata di network analysis e ha scritto una tesi sulla community di Linux Kernel. Prima di completare il dottorato Dawn Foster è stata direttrice di una community presso Puppet Labs, azienda leader nell’automatizzazione dell’IT. Per maggiori informazioni sulle sue ricerche potete consultare il suo blog.  

4. Mary Sobiechowski, vice-presidente IT di ASPCA

L’ASPCA (American Society for the Prevention of Cruelty to Animals) è responsabile per la salvaguardia di decine di migliaia di animali all’anno. Qual è la più grande sfida che deve affrontare questa organizzazione? Raggiungere e rispondere a tutte le persone interessate che hanno bisogno di aiuto. Per raggiungere tale scopo, ASPCA ha assunto una presenza dinamica nell’IT. Per rispondere ai disastri naturali o per agire sotto copertura, i membri del team possono condividere tutte le informazioni necessarie in tempo reale. La grande mente IT che si cela dietro le quinte di questa organizzazione è Mary Sobiechowski, vice-presidente dell’IT e CIO di ASPCA.

5. Joanne Molesky, consulente principale di ThoughtWorks

ThoughtWorks è una società di consulenza che aiuta i team per la ricerca e lo sviluppo. In qualità di esperta in strategia, Joanne Molesky ha la missione di aiutare le aziende a innovarsi rispettando le conformità. Insieme a esperti in Lean Enterprise, cicli di rilascio continuo e ottimizzazione dei servizi IT, aiuta i team informatici a trovare la maniera giusta per ridurre i rischi relativi alla distribuzione e all’utilizzo del software senza compromettere creatività, sperimentazione e apprendimento. Tutte le informazioni su Joanne Molesky le trovate qui.

 

Il settore IT ha bisogno di più donne e queste cinque leader sono dei grandi modelli da seguire. Fate attenzione al loro lavoro, alle loro apparizioni durante le conferenze e alle loro filosofie di guida nei prossimi anni perché ci sarà da stupirsi.

 

Massimiliano Galeazzi
0 Kudos
Informazioni sull'autore

MassimilianoG

Marketing