HPE Blog, Italy
annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 

Hyper-converged: cosa significa? Perchè è così importante?

MassimilianoG

Dall’articolo Hyper-convergence: what it is, why it’s a big deal di Said Syed, Group Manager, HPE Hyper-Converged Product Management

Cosa sono i sistemi hyper-converged? Un altro fuoco di paglia del mondo dell’IT che verrà presto soppiantato da qualcosa di ancora più grande? Se questa è la domanda, la risposta allora è molto semplice: no.

rosso.jpgL’infrastruttura hyper-converged rappresenta il passo logico successivo per arrivare al software-defined data center (SDDC). Con il consolidamento dei componenti IT in un’unica infrastruttura facile da utilizzare e da gestire, l’iperconvergenza consente alle imprese di emulare le architetture scalabili tipiche di aziende come Amazon, Facebook o eBay. Questo è fondamentale in quanto, nell’era dell’economia digitale, non si può più pensare all’IT solamente come fattore abilitante del business. L’IT è il business.

 

L’iperconvergenza porta il data center al livello successivo

Facciamo un piccolo passo indietro per capire meglio come è emerso il fenomeno dell’iperconvergenza. Le infrastrutture hyper-converged costituiscono l’evoluzione del concetto di converged infrastructure (CI)—sistemi hardware e software pre-configurati e uniti in un unico quadro. In sostanza, la CI trasforma i diversi componenti del data center in un applicazione unica, gestibile centralmente. L’infrastruttura convergente porta all’IT un modo per applicare determinate risorse a dei carichi di lavoro specifici, con il corretto utilizzo di elaborazione, storage e networking.

L’iperconvergenza (HC) è, essenzialmente, la convergenza con l’aggiunta di un’interfaccia software facile da usare. Se le infrastrutture convergenti sono sistemi preconfigurati con, eventualmente, uno strato di virtualizzazione, le soluzioni hyper-converged sono invece software-defined. Ecco quindi un'altra differenza chiave: mentre le tecnologie CI possono essere utilizzate anche separatamente in base alla propria configurazione, le infrastrutture hyper-converged sono strettamente integrate, in modo da non poter essere suddivise in diversi componenti.

Le soluzioni hyper-converged portano l’IT a un passo verso il software-defined data center(SDDC). Il livello software si presta a un’automazione sempre più grande, tipica dell’SDDC, con interfacce di applicazione programmate (API) in grado di mettere in contatto le varie applicazioni. In definitiva, l’idea è quella di mettere insieme tutte le operazioni di installazione, approvvigionamento e gestione delle infrastrutture.  

 

Una soluzione software-defined per piccole e medie imprese

Uno dei vantaggi chiave delle piattaforme HC è quello di portare l’SDDC anche all’interno delle piccole e medie imprese, oltre che nelle grandi imprese, che possono utilizzarlo sia nelle succursali che in ambiente virtuale. Grazie alle loro dimensioni compatte, le applicazioni HC possono essere gestite anche da un generalista IT e sono l’ideale per ambienti con risorse limitate. Una vera manna per le aziende che eseguono molto lavoro di sviluppo, con la possibilità di una piattaforma virtuale per ciascun team e per ciascun progetto.    

Pianificazione, costruzione e configurazione di un’infrastruttura virtuale completa possono richiedere anche diverse settimane di lavoro. Con le soluzioni HC il provisioning è possibile in pochi minuti.  

 

Scegliere la soluzione hyper-converged corretta

L’HC consiste essenzialmente in una soluzione chiavi in mano, ma per essere sfruttata al meglio bisogna essere sicuri di scegliere il sistema giusto. Ponete, quindi, al vostro fornitore le seguenti domande:

  • È possibile scalare con facilità, in modo pratico e senza interruzioni? 
  • È possibile spostare i dati da un dispositivo all’altro in modo da evitare interruzioni?
  • È in grado di fornire supporto per più hypervisor?
  • Quale tipo di protezione dati fornisce?
  • Il tessuto è integrato? È in grado di supportare eventuali guasti e replicazioni a livello di multi-piattaforma HC o non HC?
  • Questo sistema contiene una protezione dati in grado di evitare l’utilizzo di software ulteriore? 
  • Per quanto riguarda il disaster recovery, questa soluzione offre opzioni di replicazione?
  • Questa soluzione soddisfa i requisiti dei miei carichi di lavoro più critici in termini di velocità e storage?
  • Che tipo di protezione contro i downtime posso aspettarmi?
  • Per quanto riguarda l’efficienza dei dati, che tipo di prestazioni offre in termini di deduplica e compressione?

Tutte le informazioni dettagliate le trovate sul whitepaper I 10 aspetti principali da considerare per l’acquisto di una hyper-converged infrastructure

Di sicuro sarete interessanti anche a voler calcolare il ritorno sul vostro investimento(ROI). Grazie all’automazione delle operazioni, l’iperconvergenza migliora l’efficienza e riduce i costi. Con il calcolatore messo a disposizione da HPE e Intel® potete calcolare a quanto ammonta il vostro ROI. 

Per saperne ancora di più, scaricate il nostro e-book Come i sistemi iperconvergenti possono agevolare l'ITHow hyper-convergence can help IT.

 

#HyperConverged #AcceleratingSimplicity

 

Untitled-3.jpg

 

Intel e il logo Intel sono marchi di Intel Corporation negli Stati Uniti e/o in altri Paesi.

 

Massimiliano Galeazzi
0 Kudos
Informazioni sull'autore

MassimilianoG

Marketing