HPE Blog, Italy
annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 

Prevenzione virus: 7 semplici passi per le PMI

MassimilianoG

 

193462.jpgNon esistono al mondo aziende che rimangono indifferenti alle parole malware, phishing o spyware. Se, da una parte, alcuni attacchi informatici possono essere considerati relativamente innocui, ce ne sono altri in grado di impantanarsi nella rete e distruggere le infrastrutture. Il tema della sicurezza si fa molto sensibile quando si parla di grandi aziende, soprattutto quando vengono colpite quelle del settore vendita al dettaglio, le aziende sanitarie e gli enti pubblici, ma anche le PMI devono stare molto attente. Tuttavia gli strumenti di prevenzione non sono così proibitivi; qui trovate sette semplici passaggi che aiutano la vostra azienda a proteggere i dati sensibili e a garantire il servizio:

 

1.  Conoscere i segnali

 

Anche se è impossibile evitare tutte le violazioni alla sicurezza, si può aiutare la propria azienda studiando quelli che sono i segni rivelatori di un attacco informatico. Per esempio, US-CERT fornisce un elenco rapido dei sintomi di infezione spyware, tra i quali:

  • Le finestre di pop-up durante la connessione a un sito
  • Il reindirizzamento casuale ad altri siti web
  • L’Installazione di toolbar non previste all’interno del browser Internet
  • Una home page diversa, non programmata, all’apertura del browser

Altri tipi di virus e adware mostrano spesso dei segnali simili e possono compromettere le prestazioni del sistema o avviare processi casuali in background. Imparando a riconoscere le caratteristiche comuni dei virus consente di ottenere dei vantaggi in termini di tempo. Meglio mandare in esecuzione delle tool di rilevamento e di rimozione dei virus al primo segnale negativo piuttosto che agire una volta che il problema si intensifica.

 

2.  Utilizzare password complesse

 

Le password complesse sono una parte essenziale della prevenzione contro i virus. Se gli autori delle pratiche dannose non riescono ad accedere alla vostra rete, infettare il vostro IT diventa più difficile e saranno scelti altri obiettivi. Il problema? Secondo SplashData, le password più utilizzate, con "123456" e "password" al top della lista, sono completamente insicure. Per ridurre le probabilità di infezione, utilizzate sempre password complesse, con almeno 8 caratteri e almeno un numero e un carattere speciale (es. “, @, #, %) e non ripetete lo stesso carattere.

 

3.  Aggiornare il sistema operativo

 

Volete meno virus? Allora assicuratevi di aggiornare regolarmente il vostro sistema operativo. I sistemi operativi più famosi, come Windows e Linux rilasciano regolarmente degli aggiornamenti mirati a specifiche vulnerabilità. La scelta di ritardare l’installazione di una patch può provocare rischi all’interno della rete. L’FBI ha elencato l’installazione delle patch come “passo chiave” nella protezione dei computer.  

 

4.  Tenere acceso il firewall

 

Per le piccole e medie imprese è fondamentale anche avere il firewall sempre aggiornato. Questi sistemi di difesa perimetrale sono spesso in grado di avvisare quando qualcosa non va nella rete e permettono all’azienda di poter reagire e rispondere prima che il virus si manifesti all’interno del sistema.  

 

5.  Creare un piano

 

Non commettete errori. Un virus è in grado di attaccare anche i sistemi delle imprese più preparate. Comunque, creare un piano per gestire questi problemi quando si verificano può ridurre i danni significativamente. Per le PMI, questo tipo di attività può essere, di solito, eseguita in due modi: designando un contatto interno in grado di identificare i virus e correggere le infezioni o affidarsi a un partner qualificato per gestire la sicurezza di rete.    

 

6.  Utilizzare l’UAC

 

Una prevenzione dai virus migliore è possibile anche utilizzando l’opzione User Account Control (UAC) di Windows. Questa impostazione richiede il permesso dell’amministratore per qualsiasi richiesta di cambiamento e rende più difficile la possibilità per i virus di agire in segreto.

 

7.  Parlare francamente

 

Un suggerimento finale per le PMI che desiderano proteggere i loro sistemi? Tenere delle discussioni aperte e oneste con gli impiegati sui rischi e sulle minacce informatiche. Troppo spesso le aziende danno per scontato il fatto che il loro personale sia abbastanza preparato per quanto riguarda la tecnologia e quindi evita di aprire allegati da mail non richieste o di scaricare applicazioni di terze parti non approvate. Ma molti dipendenti credono che il livello di rischio sia comunque basso e quindi tendono a non considerare molto importante questa tematica. Insegnando e tenendo il proprio staff egualmente responsabile per la prevenzione dei virus, è possibile rendere più importante il tema della sicurezza informatica e prevenire meglio.

 

 

Non esistono soluzioni infallibili, ma, seguendo questi sette passaggi, le PMI possono facilmente fare prevenzione sui virus.

 

Massimiliano Galeazzi
0 Kudos
Informazioni sull'autore

MassimilianoG

Marketing