HPE Blog, Italy
annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 

Software-Defined Datacenter (SDDC) parte 2: Le soluzioni Windows Server Software Defined

MassimilianoG

 

Nell’ultimo post “Software-Defined Datacenter (SDDC). Parte 1: 2018-07-05 The Software-Defined Data Center (SDDC), Part 2- Windows Server Software Defined Solutions.jpgCaratteristiche generali” abbiamo visto cosa significa Software-Defined Datacenter in generale, esaminando i suoi elementi distinti e fornendo una breve panoramica dei vantaggi. Qui invece spostiamo la nostra attenzione su quello che concerne la strategia aziendale e sulle tecnologie progettate per semplificare l’implementazione e la gestione di un ambiente IT software-defined moderno.


Trasformazione digitale dell’azienda

Il passaggio al SDDC include un cambiamento del paradigma, che comprende maggior valore strategico dell’IT per consentire e supportare le iniziative e gli adempimenti aziendali. La crescita esponenziale dei dati continua a guidare la trasformazione digitale dell’azienda e, nell’attuale economia, questo può creare necessità e scompensi. Ecco alcune delle nuove sfide aziendali che colpiranno tutte le imprese di qualsiasi dimensione:

  • Crescita dei volumi di dati e aumento dei costi dello storage
  • Analisi dei dati più avanzata
  • Maggior bisogno di protezione dei dati resilienti e di sicurezza
  • Prevalenza di strumenti mobili e ambienti BYOD (bring your own device)
  • Più interconnettività e ambienti cloud

Soddisfare e supportare una serie di necessità così diverse tra loro è una delle cose più comuni nel mondo dell’industria di oggi. L’esplosione dei dati richiede più digitalizzazione e i dipartimenti IT stanno vivendo un periodo di evoluzione.


Trasformazione digitale dell’IT

Time-to-market, time-to-insigh e time-to-action. Queste tre espressioni hanno una cosa in comune: l’agilità. Nel contesto della trasformazione digitale dell’azienda e dell’innovazione, questi slogan vogliono sottolineare l’importanza di essere protagonisti sul mercato odierno con prodotti, servizi e offerte uniche. L’azienda deve adeguarsi ai nuovi ritmi digitali. La protezione dei dati, il contenimento dei costi e l’orchestrazione delle risorse IT continueranno a essere le priorità principali per i leader dell’IT, puntando tutto sul datacenter per favorire l’innovazione. Per rispondere a queste esigenze, il Software Defined Datacenter offre una via per risolvere molte delle sfide che riguardano il passaggio dall’IT tradizionale a un ambiente IT digitale modernizzato.


Le soluzioni Windows Server Software Defined

Generalmente, l’integrazione delle tecnologie software defined è stata un’operazione lenta e complessa, sottoposta a vincoli di bilancio. Per consentire e supportare una transizione al SDDC, HPE e Microsoft si sono messe insieme per creare le soluzioni Windows Server Software Defined (WSSD). Pre-testate e convalidate da Microsoft, le soluzioni WSSD sono robuste, basate su Windows Server per SDDC e mettono insieme la potenza di Windows Server® 2016 Datacenter con le tecnologie hardware leader del mercato di HPE. Ciascuna soluzione WSSD consiste in 4 classi di dispositivi:

  • Sistemi (Server)
  • NIC
  • Adattatori storage (SAS/SATA HBA)
  • Dispositivi storage di massa (NVMe/SSD/HDD)

 

Ciascuna classe di dispositivo deve essere prima sottoposta a test individuali e convalidata, seguendo rigorosi processi di sistema integrati. Un simulatore cloud privato viene eseguito per un anno intero e sottoposto a continui test di stress e condizioni di errore, una metodologia di test progettata per assicurare uno sviluppo veloce e di successo in base a diverse condizioni operative. Questo test integrato costituisce un vantaggio unico per le soluzioni WSSD, in grado di aumentare il time-to-value, abbassare i costi e di prendere la soluzione più adatta. Le soluzioni HPE WSSD si dividono in due varianti, soluzioni storage iperconvergenti e convergenti software-defined. L’architettura è la seguente:  

Hyper-Converged Infrastructure (HCI) Premium: Questa configurazione integra calcolo, rete, storage, virtualizzazione e risorse hardware in un ambiente di calcolo progettato per essere semplice e scalabile. Le risorse per il calcolo e lo storage delle macchine virtuali risiedono nello stesso nodo e possono essere scalate e gestite tutte insieme.

Converged Software-Defined Storage (SDS): Questa configurazione consente di avere un SDS altamente disponibile e scalabile allo stesso costo di un array SAN o NAS tradizionale. Le risorse per lo storage delle macchine virtuali possono essere scalate e gestite separatamente dai nodi di calcolo delle macchine virtuali.

Le soluzioni HPE WSSD, con Windows Server integrato, sono progettate per fornire una gestione rapida e semplificata delle risorse, scalabile alla velocità del cloud, con bassi costi di storage, in un ambiente IT più sicuro, consentendo un ottimo servizio sia per i clienti che per gli impiegati. Trasforma le tue idee aziendali in azioni con le innovazioni HPE WSSD.

 


Hai domande sui prodotti e le soluzioni HPE OEM Microsoft, su Windows Server 2016 o sui server HPE? Entra nella community di Coffee Coaching per tenerti sempre aggiornato sulle ultime novità HPE OEM Microsoft e interagire con gli esperti HPE e Microsoft.

Seguici su Twitter | Unisciti al gruppo LinkedIn Clicca Mi Piace su Facebook | Guardaci su YouTubeMandaci una mail

Massimiliano Galeazzi
0 Kudos
Informazioni sull'autore

MassimilianoG

Marketing